Pedagogica


Vai ai contenuti

Menu principale:


Streghe, lupi e momoti per i bambini cattivi...

a cura di.... > articoli del curatore

Streghe, lupi e momoti per i bambini cattivi...... (2008)

Molti genitori, ma leggendo le cronache non ho dubbi che ciò sia praticato anche da "educatori", per far star bravi i bambini ricorrono a streghe, lupi, fantomatici mostri che sbucano da sotto il letto. Qualcuno si domanda se ciò sia corretto sul piano educativo.

Diverse paure sono già presenti nei bambini. E sono tante, in base all'età e variano da bambino a bambino:

Dal 1° al 3° anno di vita:
- del water, ovvero di essere risucchiati
- dell'abbandono, da parte dei genitori
- del buio
- del potere "magico" del loro pensiero
- di sparire o essere annientati
- del sonno, e non svegliarsi più
- degli animali
- degli elettrodomestici

Dal 3° al 6° anno di vita:
- degli animali
- del buio e dell'ignoto
- legate alla sessualità
- della morte
- legate all'immaginazione
e così via.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Su Pedagogica: Corso on line (e-learning)
aggiornamento professionale - 20h
La progettazione educativa
Cosa è e come si scrive un progetto educativo?

Non credo che lupi mannari, streghe, uomini neri, mamme del sole e via dicendo debbano essere aggiunti al già ricco repertorio che madre natura ci ha dato dalla nascita; e non credo che tali richiami siano strumenti che un genitore debba avere nella sua cassetta degli attrezzi di educatore.
Io vivo in Sardegna e da noi per spaventare i bambini (ogni cultura ha la sua sadica e antica tradizione) si nominava spesso, tra gli altri vari spauracchi, il "momoti": un omino tutto nero che nella semioscurità sbucava, immaginate da dove? Dagli armadi delle camere da letto. "Brrrr che paura!!"
Comunque se anche ciò fosse capitato ricordiamoci che guardare al passato serve solo per il tanto necessario: nessuno ci ha mai detto o insegnato come fare in certe "situazioni critiche". Salvo l'aver interiorizzato lo stile educativo di genitori ed educatori che hanno influenzato la nostra crescita.
Ai genitori posso solo dire di decidere di non utilizzare più questa strategia (?) cercando di adottarne altre. So che non è semplice, soprattutto quando si è stanchi o si hanno un sacco di pensieri per la testa. Certo, magari si ottiene ciò che si vuole ma a quale prezzo?
Molti adulti sono pieni di paure irrazionali, molti non riescono a dormire se non hanno le ante degli armadi chiuse. Chissà, magari anche a loro, da piccoli, hanno parlato di un "momoti".

anziano senescenza vecchiaia pedagogia istituto per anziani comunità educatori educatrici educatore educatrice attivita didattiche educative programmazione esperienze descrizione pedagogiche progetto progetti


PEDAGOGICA Studio di Progettazione e Consulenza - P. IVA 02172200921. Copyright 2001-2010 ove non diversamente specificato. DISCLAIMER - CONTATTI

Torna ai contenuti | Torna al menu