Pedagogica


Vai ai contenuti

Menu principale:


L'educazione sessuale in età prescolare

info utili

L'educazione sessuale in età prescolare

Parlare ai bambini di sessualità è un processo continuo che inizia da quando sono molto piccoli. E' meglio non pensare all'educazione sessuale come ad una lezione unica da dare quando un bambino raggiunge la pubertà. Dall'età di quattro anni molti bambini sono curiosi su diverse questioni riguardanti la sessualità e perciò hanno bisogno di risposte chiare, oneste e brevi alle loro domande.

Non pensate che parlare ad un bambino di sessualità lo renda sessualmente precoce. Al contrario, la ricerca indica che i bambini che hanno una chiara comprensione delle questioni sessuali hanno maggiori probabilità di manifestare un comportamento responsabile: per esempio, di saper attendere l'esperienza sessuale a quando saranno un pò più grandi o la scelta di usare contraccettivi.

Il normale sviluppo sessuale di un bambino in età prescolare
Non allarmarsi o spaventarsi se il vostro bambino/a in età prescolare inizia ad avere un interesse sulle questioni sessuali - questo è del tutto normale.

Comportamenti tipici possono includere:

* Masturbazione
* Interesse per le caratteristiche fisiche del sesso opposto
* Spogliarsi con un altro bambino in età prescolare e 'giocare al dottore' insieme
* Chiedersi da dove vengono i bambini.


Preparare te stesso
I genitori possono sentirsi in imbarazzo, a disagio o esitanti quando si parla ai propri figli di sessualità.

Alcuni suggerimenti:

* Discutere l'educazione di tuo figlio riguardo alla sessualità con il vostro partner e qualsiasi altro adulto coinvolto nella cura del bambino e decidere un approccio coerente.
* Tenere a mente che il bambino percepisce i tuoi atteggiamenti e comportamenti. Se si tende ad avere un atteggiamento evitante o si cerca di cambiare argomento ogni volta che emerge il tema della sessualità, si darà loro l'idea che è sbagliato discutere di queste cose con voi.
* Se non sapete cosa dire o non siete sicuri sulle informazioni da dare a vostro figlio, preparatevi e leggete su questo argomento. Si potrebbe fare riferimento al materiali didattici adeguati all'età sulla sessualità per aiutarvi nelle risposte.
* Se si preferisce utilizzare parole slang bisogna ricordarsi che tuo figlio ha bisogno anche di conoscere le parole giuste per le parti del corpo, come il pene e la vagina.
* Il vostro bambino può talvolta fare domande quando tu non hai una risposta pronta. Puoi prenderti un pò di tempo per pensare a ciò che devi dire. Tuttavia, assicurati di mantenere la parola e parlare del problema.

Masturbazione
La masturbazione nei bambini piccoli è una parte normale dello sviluppo sessuale umano.

Alcuni suggerimenti:

* Rassicurati che la masturbazione non è un segno di devianza sessuale.
* Concentrati sulla definizione, piuttosto che l'attività. Ad esempio, se il bambino si masturba in pubblico, digli che quello che sta facendo è bene, ma che è qualcosa da fare in privato, proprio come andare alla toilette o soffiarsi il naso.


Il "gioco del dottore".

La curiosità per le differenze di genere (maschi e femmine) può portare il tuo bambino a spogliarsi con un altro bambino in età prescolare.

Alcuni suggerimenti:

* Non essere in collera o reagire in un modo inorridito se trovi il bambino che 'gioca al dottore'. Calmati e distrai i bambini con un'altra attività.
* Successivamente, utilizzare l'esperienza come occasione per discutere di genere con il vostro bambino, di come i corpi di maschi e femmine siano diversi.
* Per quanto riguarda 'il gioco del dottore', dire loro che guardare non vi è nulla di sbagliato nel guardare il corpo di qualcuno ma che il toccare dovrebbe essere evitato perché i genitali appartengono alla sfera privata, intima.
* Questa potrebbe essere una buona occasione per parlare di come possa essere indesiderato il toccare i genitali. Dire al vostro bambino che a nessuno è permesso di toccare i genitali e che dovrebbero far sapere subito se qualcuno fa.
* Inoltre, spiegare che i genitali non sono da mostrare in pubblico e che i vestiti sono perciò necessari.

Da dove vengono i bambini
I bambini sono costantemente impegnati a capire come funziona il mondo, e ciò che comprende anche domande su come nascono i bambini. Domande tipiche possono includere 'Da dove vengono i bambini?' oppure 'Anche gli uomini possono avere bambini?'.

Alcuni suggerimenti:

* Considerare le loro domande sulla riproduzione, come si farebbe con qualsiasi altra richiesta di informazioni, su come funzionano le cose. Essere tranquillo, onesto e chiaro.
* Evitare spiegazioni fantasiose come 'La cicogna porta il neonato' o 'I bambini si trovano sotto i cavoli'.
* Attieniti a risposte semplici. Non c'è bisogno di dare una spiegazione dettagliata sulla riproduzione umana. Per esempio, se il bambino chiede per la prima volta da dove vengono i bambini, dire qualcosa come 'un bambino cresce nella pancia della sua mamma'.
* Spiegare i dettagli lentamente e poco alla volta, col passare del tempo. Ad esempio, si può seguire da dire: 'Quando il bambino è abbastanza grande, esce da un passaggio nel corpo della mamma chiamata vagina'.
* La gravidanza stessa, la gravidanza di un amica o anche di animali domestici, il parto, sono le opportunità che possono aiutare a chiarire il processo per il vostro bambino.

Rapporti sessuali
Il vostro bambino può chiedere, 'Come fa il bambino entrare nella pancia?'. Questo è l'argomento che la maggior parte dei genitori preferisce lasciare fuori dalle spiegazioni, ma non bisogna essere essere evasivi. È molto meglio rispondere in modo veritiero alle loro domande.

Alcuni suggerimenti:

* Ancora una volta, date spiegazioni semplici, ma concrete. Dovete lasciarvi guidare dalle domande del bambino - se desiderano maggiori informazioni o maggiori dettagli, spiegate loro.
* Libri illustrati per aiutare a spiegare l'anatomia umana.
* Può essere utile leggere insieme libri appropriati all'età del bambino sulla sessualità. Se il bambino fa domande, rispondere onestamente e semplicemente.
* Fai domande al bambino sulla sessualità perché le sue risposte ti consentono di sapere se capiscono o meno, se sono pronti.

Cosa fare se il bambino non manifesta alcun interesse
Mentre molti bambini piccoli fanno domande su questioni sessuali, altri no.

Alcuni suggerimenti:

* Non trascurare. Se il bambino non ha alcun interesse o curiosità, affrontare l'argomento da soli.
* Cercare le opportunità di tutti i giorni per iniziare la conversazione - per esempio, la gravidanza di un amico o un parente.
* Leggere assieme libri adeguati all'età e sull'argomento, come si farebbe con qualsiasi altra storia. Rispondere alle loro domande che si presentano.

Dove trovare aiuto

* Il proprio pediatra
* Educatori e insegnanti
* Librerie o biblioteche
* Consultori familiari (in Italia)


Cose da ricordare

* I bambini che hanno una chiara comprensione sulle questioni sessuali hanno maggiori probabilità di un comportamento responsabile: per esempio, saper attendere prima di cominciare ad avere le prime esperienze sessuali e la scelta di usare contraccettivi.
* Se si tende ad avere un atteggiamento evitante o si cerca di cambiare argomento ogni volta che emerge il tema della sessualità, si darà loro l'idea che è sbagliato discutere di queste cose con voi.
* Leggere libri appropriati sulla sessualità assieme al vostro bambino/a.


Articolo tradotto e riadattato.

Questo testo è stato pubblicato a seguito di consultazione e approvazione da parte del Australian Research Centre in Sex, Health and Society

Fonte:
www.betterhealth.vic.gov.au



BIBLIOGRAFIA ITALIANA CONSIGLIATA








::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Su Pedagogica: Corso on line (e-learning)
aggiornamento professionale - 20h
La progettazione educativa
Cosa è e come si scrive un progetto educativo?

educazione sessuale bambini scuola affettività masturbazione dialogo parole giuste imbarazzo paura consigli per genitori insegnanti educatori disagio


PEDAGOGICA Studio di Progettazione e Consulenza - P. IVA 02172200921. Copyright 2001-2010 ove non diversamente specificato. DISCLAIMER - CONTATTI

Torna ai contenuti | Torna al menu